Home » L'I Ching per il manager » L’I Ching e l’analisi SWOT

L’I Ching e l’analisi SWOT

L’I Ching e l’analisi SWOT - Ching & Coaching

L’analisi SWOT è una delle prime cose che si imparano quando ci si occupa di business e di pianificazione strategica.

Si tratta di esaminare i punti di forza (Strength) e di debolezza (Weakness) del prodotto e le opportunità (Opportunity) e i problemi (Threat) del mercato.

La prima cosa da dire, che a che fare solo marginalmente con l’I Ching, è che sono sempre di più a sostenere (e tra questi mi ci metto anch’io) è che è molto più utile partire dal mercato e non dal prodotto: quindi l’analisi dovrebbe essere OTSW!

Ma questi sono “dettagli” tecnici, anche se importanti dal punto di vista concettuale.

Avete mai pensato di poter affrontare un’analisi SWOT con il supporto dell’I Ching? Io, ovviamente, ci ho provato molte volte, ottenendo un notevole aiuto proprio per quanto riguarda le opportunità e i problemi, mentre trovare supporto per l’analisi dei punti di forza e di debolezza un po’ più complesso.

Identificare se il mercato è favorevole o si oppone al nostro business crea spesso problemi: gli ottimisti vedono tutto il positivo, i pessimisti si concentrano sulle difficoltà. Chi è innamorato del proprio prodotto sottovaluta le possibili complicazioni, mentre chi nutre qualche perplessità ingigantisce le incognite.

Inoltre è tutt’altro che raro trovarsi in una situazione del tipo: il prodotto è valido, persino innovativo, ci sono pochi concorrenti e decisamente inferiori al nostro prodotto, otteniamo gli investimenti… eppure qualcosa non funziona. Poi, magari qualche mese o qualche anno dopo, qualcuno scopiazza il nostro prodotto e ha un successo clamoroso. 

Fa arrabbiare, vero? Eppure capita, e non è neanche tanto raro.

Comprendere il mercato e calcolarne bene i tempi è una delle cose più difficili, ma è proprio su questo che il libro dei mutamenti ci offre un prezioso aiuto.

Se nel responso abbiamo linee mobili possiamo trovare indicazioni utilissime. Infatti la prima linea, quella “all’inizio” ci parla dell’ambiente, del mondo esterno, e persino dei tempi in cui l’azione è favorevole o sfavorevole.

Qualche esempio?

1. KIENN - Il creativo Il nove all’inizio avverte che non è ancora giunto il tempo di agire.

2. KKUNN - Il ricettivo Il sei all’inizio avvisa: bisogna osservare attentamente perché è possibile vedere i primi segni di decadenza e agire rapidamente per evitare pericoli.

3. CIUNN - La difficoltà iniziale Il nove all’inizio indica difficoltà: è indispensabile costruire basi solide.

5. SÜ - L’attesa Il sei all’inizio annuncia un rischio su cui è impossibile agire. Meglio limitarsi a far al meglio il proprio lavoro.

7. SCÏ - L’esercito Il sei all’inizio invita ad un’attenta pianificazione e ad avere estrema cura nello scegliere sede e programma per le riunioni.

11. TTAI - La pace Il nove all’inizio indica un team tra pari, capace di fare un ottimo lavoro.

54. KUI ME - La ragazza che va sposa Il nove all’inizio indica che, nonostante tutto, il momento è positivo e comportandosi con modestia si può trovare spazio, pur rivestendo un ruolo secondario.

Buon lavoro

Pubblicità