Home » L'I Ching per il manager » 61. CIUNG FU – La veracità intrinseca – Padronanza personale

61. CIUNG FU – La veracità intrinseca – Padronanza personale

61. CIUNG FU – La veracità intrinseca – Padronanza personale - Ching & Coaching

A mio avviso, uno degli esagrammi più ricchi di significato, e più difficili da spiegare.

Cominciamo col dire che il responso è indubbiamente positivo e di lunga durata.

Alcuni testi traducono “veracità intrinseca” come sincerità interiore o come potere dell’intuito, io ho scelto “padronanza personale” come riferimento ad una delle cinque discipline citate da Senge, ma avrei potuto parimenti far riferimento alla “presenza”, intesa come quell’insieme di caratteristiche e dito personali propugnate dal Presencing Institute di Otto Scharmer.

In termini aziendali, chi meglio rappresenta questo esagramma sono i grandi imprenditori illuminati, come Adriano Olivetti.

A questo esagramma si attribuiscono qualità e valori come coscienza, ascolto, onestà, interiorità, consapevolezza, comprensione di sé e degli altri, saggezza, equità, carisma, visione globale, e molto altro. Chi persegue e sviluppa tutto ciò è capace di influenzare il mondo e ottiene potere sugli altri, ma se il suo potere viene esercitato per scopi egoistici verrà dannato, scatenerà nemesi e autodistruzione.

In termini meno aulici, l’esagramma rappresenta un corretto rapporto tra datore di lavoro, dominante, giusto e gentile, e il dipendente, dinamico e positivo, ma si tratta del livello più alto della collaborazione e della consapevolezza da entrambe le parti.

E il segno promette grandi successi in grandi imprese.

Pubblicità