Home » L'I Ching » Gli esagrammi come archetipi

Gli esagrammi come archetipi

Gli esagrammi come archetipi - Ching & Coaching

A volte non è facile interpretare i responsi del Libro dei mutamenti, soprattutto se lo facciamo per noi stessi e, come succede spesso, in momenti complicati.

Come ho raccontato più volte, l’I Ching si esprime in linguaggio metaforico, quindi bisogna sempre essere in uno stato d’animo di piena accoglienza, di ascolto profondo, e dove non arriva la parte razionale, può arrivare il nostro inconscio.

Ma ecco un altro piccolo trucco che può essere utile: ogni esagramma può essere vissuto come un archetipo.

In pratica prendiamo ad esempio i primi due esagrammi: Il cielo e La terra. Contengono tutti i significati, i simbolismi e le energie del maschile (Il cielo) e del femminile (La terra).

Questa percezione può essere applicata a tutti gli esagrammi, e il nome italiano dell’esagramma è spesso emblematico e di aiuto nell’interpretazione.

In cinese il carattere che identifica ogni esagramma ha un valore di immagine (ci sono bellissimi testi che riportano tutto questo) e il simbolo ha una notevole valenza nella lettura dei significati, ma ben pochi sanno il cinese!

E, per noi tagliati fuori dalle profondità linguistiche del testo originale, è possibile integrare la lettura dell’esagramma con l’immagine evocata dal titolo, le energie espresse dal simbolismo.

Insomma, a volte invece di leggere i responsi con la testa, confusa dall’ansia, leggeteli col cuore e con la pancia: aiuta!

Pubblicità