Home » L'I Ching » Esagrammi » Esagramma 7. SCÏ - L’esercito

Esagramma 7. SCÏ - L’esercito

Esagramma 7. SCÏ - L’esercito - Ching & Coaching

Un esercito per la guerra e per la pace

In questo esagramma è rappresentato un esercito ben preciso: l’esercito di difesa, costituito dal popolo che si raduna in esercito per scacciare il nemico. Niente mercenari, nessun militare di professione, e niente guerriglia: la battaglia è frontale. E poi, dopo la vittoria, il ritorno alla normalità. C’è anche il nostro Cincinnato in questo esagramma: il condottiero, saggio, capace, che sa conquistare i subalterni e guidarli alla vittoria e poi, appena il pericolo è passato, torna ai campi come i suoi soldati.

L’esercito è pericoloso, ma ordinato e obbediente, e molto dipende dal generale, tenendo presente che sono diverse le qualità necessarie per un buon generale in guerra o per un buon amministratore in tempo di pace.

Però mai, né in guerra né in pace, si deve improvvisare, mai ci deve essere il desiderio di vantaggi personali ed è indicativo che mai, neanche in guerra, ci deve essere acredine o violenza verso il nemico che va, sì, battuto ed eliminato perché rappresenta un pericolo, ma non odiato.

Pubblicità