Home » Esempi pratici » Metti in pratica » Ricevere un messaggio - Esercizio

Ricevere un messaggio - Esercizio

Ricevere un messaggio - Esercizio - Ching & Coaching

Un esercizio speciale: scettici e pragmatici astenersi.

Un esercizio davvero particolare, dedicato a chi crede alla fisica quantistica, alle coincidenze, alla sincronicità.

È un esercizio ideale da fare in vacanza, soprattutto se andate in un luogo ricco di natura, ma si può fare anche in città, e (con una piccola variante) persino se siete confinati in casa.

Ma, prima di cominciare, ricordate che il concetto di coincidenza ha ben poco a che fare con la superstizione, e molto in comune, invece, con le onde cerebrali e la meditazione: argomenti di cui abbiamo parlato più volte in questo sito.

E ora, via con l'esercizio.

Cercate un luogo dove vi sentite perfettamente bene, in pace con voi stessi. Può essere la poltrona di casa, ma anche un chiesa, o immersi nella natura.

Scegliete un quesito a cui vorreste risposta, un problema a cui non avete trovato soluzione o semplicemente qualcosa su cui vorreste ricevere consigli e indicazioni

Raggiungere uno stato di leggera meditazione: io uso lo stato alpha, citato più volte, ma vanno bene anche altre tecniche. Potete anche aiutarvi con l'esercizio Il luogo perfetto.

Quando vi sentite in perfetto benessere, alzatevi e camminate, continuando a riflettere in modo distaccato sul vostro problema. È importante mantenere lo stato di benessere, e conservare la distanza dal quesito che vi sta a cuore.

Camminando, osservate ciò che vi circonda fino a quando … un oggetto, una parola detta da qualcuno, un suono o un colore vi trasmetteranno il messaggio e le indicazioni che cercate.

Se siete confinati in casa sostituite la passeggiata con un libro, scelto "a caso" e "aperto a caso": i coloni del Sud Africa usavano la Bibbia e questo meccanismo per stabilire che direzione prendere e dove fermarsi.

So che può sembrare un po' strano, ma funziona davvero, e ci sono persino le basi scientifiche che spiegano come e perché funziona.

Pubblicità